Archivio Film / Film Archives

Titolo Originale:

Good Citizen: Betty Baker

Titolo in Italiano:

La buona cittadina: Betty Baker
Regia: Lorri Millan, Shawna Dempsey
Durata: 27'
Genere: Narrativo - Fiction
Anno: 1995
Nazione: Canada
Colore/B&N:
Edizione:
 

Parodiando le serie televisive americane a puntate, la storia suddivisa in cinque episodi. Betty Baker, una casalinga dotata di buon senso civico, vive in un mondo ispirato all'America degli anni Cinquanta. La storia ha inizio quando Betty apprende alla radio la sconvolgente notizia della sparizione del Principe Philip. Una serie di circostanze la portano sulle tracce dello scomparso e la sua ricerca la mette in contatto con ambienti a lei sconosciuti come un bar per sole donne e le donne al "cento per cento".
I costumi degli attori e delle attrici sono giganteschi vestiti di carta, e gli scenari sono realizzati nello stile della pop-art. Il risultato di un fumetto in movimento.
Si tratta di una satira sull'ascesa della nuova destra, sulla disuguaglianza fra donne e uomini e sulla xenofobia. La storia si conclude con un lieto fine. 

Told in the style of a serialized cliffhanger, this story is comprised of five episodes. It features Betty, a civic-minded, busy-body housewife, who inhabits a two dimensional, 1950's inspired world. The story begins when Prince Philip goes missing, and Betty finds a clue that leads her on a thrilling chase from her neighbour's trash, to a strangely exciting all-girls bar, to the local chapter of 100% women.
All of the art department for this project creates the illusion of a flat, storybook world: all costumes are giant paper doll's dresses and all sets are edged with pop-art style. Betty Baker is a comedy that satirizes the rise of the new right, the disparity between the rights of men and women, and xenophobia. And of course it has a happy ending.